• CEDOLARE SECCA PER LE LOCAZIONI COMMERCIALI

    Con la legge 145/2018 è stata prevista la possibilità di esercitare l’opzione della cedolare secca al 21% per i contratti commerciali stipulati nel corso del 2019 da parte di persone fisiche che agiscono fuori dal regime di impresa e solo con riferimento a negozi con superficie complessiva, al netto delle pertinenze, non superiore a 600 mq.
    Per evitare risoluzioni anticipate di contratti in essere, al solo scopo di accedere a questo favorevole regime fiscale, è stato stabilito che non potesse essere esercitata l’opzione in tutti i nuovi contratti stipulati tra gli stessi soggetti che ne avevano in corso un’altro per lo stesso immobile risolto anticipatamente dopo il 15/10/2018.
    In ben due distinte risposte ad interpello nel corso del 2020 l’Agenzia delle Entrate ha confermato che il regime fiscale della cedolare secca  può essere scelto anche per i contratti oggetto di proroga nel corso del 2019 e che è possibile accedere al regime della cedolare secca nel corso di qualsiasi annualità successiva di contratti commerciali stipulati o prorogati nel corso del 2019.